Economia e finanza: Bulgaria

Bandiera Bulgaria
Bulgaria

Investimenti stranieri. Il Ministro per lo sviluppo regionale Rosen Plevneliev ha sottolineato l’importanza per la Bulgaria di mettere a disposizione degli investitori stranieri condizioni particolarmente favorevoli per il loro impegno nel paese. A tale riguardo il Ministro, che ha citato la politica della Repubblica Ceca al riguardo come modello da seguire, ha confermato le dichiarazioni del Ministro dell’Economia secondo cui il governo sta modificando la legge per la promozione degli investimenti.

Imposte. Una legge preparata dal Ministero delle Finanze prevede l’introduzione di un’imposta del 2% sui premi di assicurazione a partire dal 31 agosto 2010. La nuova imposta non modificherà il regime applicato alla tassazione degli utili delle società di assicurazione. Il 2% dovrà essere pagato sul totale dei premi raccolti, mentre le assicurazioni vita saranno esentati.

Investimenti stranieri. Nonostante un trend negativo segnato nel primo trimestre del 2010, un numero crescente di investitori stranieri approdano in Bulgaria. Secondo il Ministro dell’Economia Traicho Traikov, nel periodo gennaio-marzo del 2010, la Bulgaria doveva far fronte ad un calo di 22 milioni di euro rispetto all’aumento pari a 926 milioni di euro registrato nello stesso periodo dell’anno precedente. Traikov ha tuttavia sottolineato che il numero delle società straniere ad effettuare investimenti in Bulgaria era in aumento nel primo semestre (214 società in gennaio, 340 in febbraio e 424 in marzo). Al tempo stesso il numero di investitori che si sono ritirati dal mercato bulgaro è stato di 120-130 al mese. Il calo degli investimenti è dovuto al fatto che nel mese di marzo 200 milioni di euro sono stati trasferiti da quattro investitori all’estero.

Share

A proposito di Alessandro Pasut

Alessandro Pasut è un professionista dell’impresa, costruttore di competitività, tessitore di relazioni economiche fra l’Italia ed il Centro Europa, in una prospettiva di sviluppo globale.
Questa voce è stata pubblicata in business e taggata come , , , , . Aggiungi ai segnalibri il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>