Repubblica Ceca: IVA – cambiamenti nel 2010

Il 1° gennaio 2010, grandi cambiamenti entreranno in vigore in relazione all’IVA. Questi cambiamenti sono compresi sia nel “pacchetto di bilancio” sia nella modifica alla Legge sull’IVA, che ha appena passato la Camera dei Deputati, ma non ha ancora completato l’iter legislativo.

Luogo della fornitura di servizi. Il luogo della fornitura sarà determinato in base alla sede legale del beneficiario del servizio. Il principio del “reverse charge” sarà pertanto applicato alla maggior parte dei servizi. Ciò potrebbe comportare una semplificazione per i pagatori. Le modifiche riguarderanno settori come quello del trasporto delle merci, del lavoro effettuato su beni mobili e dello stoccaggio.

Transazioni al normale prezzo di mercato. La modifica alla Legge sull’IVA introduce regole per l’adeguamento della base imponibile al principio del normale prezzo di mercato da applicare nelle transazioni tra le parti correlate, che sono espressamente definite ai fini dell’IVA. Queste parti comprenderanno anche i dipendenti del pagatore. L’obbligo di determinare la base imponibile secondo il principio del normale prezzo di mercato è limitato alle situazioni dove l’applicazione di un prezzo differente potrebbe comportare una riduzione delle imposte. La regola non si applica ad esempio alle transazioni tra due soggetti passivi che hanno il diritto alla piena deduzione.

Elenchi sulle operazioni intracomunitarie. A partire dal 2010, l’obbligo di presentare gli elenchi sulle operazioni intracomunitarie sarà esteso per includere anche la fornitura di servizi in casi in cui il luogo del servizio è un altro Paese membro. Nella maggior parte dei casi, le dichiarazioni dovranno essere presentate su base mensile ed esclusivamente in forma elettronica.

Periodo imponibile applicabile alle succursali. Il criterio per determinare la durata del periodo imponibile sarà modificato per gli stabilimenti di società straniere registrati ai fini dell’IVA. Sarà stabilito in base al fatturato realizzato dallo stabilimento (dalla succursale) nell’anno precedente. Se il fatturato è di 10.000.000 di corone o superiore, a partire dal 1° gennaio il periodo imponibile sarà il mese civile. Se il fatturato varia tra 2.000.000 e 10.000.000 corone, il periodo imponibile sarà un trimestre, anche se lo stabilimento potrà optare a favore del periodo imponibile del mese dopo una notifica all’amministrazione fiscale competente. Non vi sarà alcun cambiamento per fatturati inferiori a 2.000.000 corone.

Share

A proposito di Alessandro Pasut

Alessandro Pasut è un professionista dell’impresa, costruttore di competitività, tessitore di relazioni economiche fra l’Italia ed il Centro Europa, in una prospettiva di sviluppo globale.
Questa voce è stata pubblicata in business e taggata come , , . Aggiungi ai segnalibri il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>