Imprenditoria in Qatar

Imprenditoria. Secondo una notizia diffusa da “The Peninsula”, il Consiglio dei Ministri del Qatar dovrebbe approvare la bozza di legge che permetterebbe ad aziende del Gulf Cooperation Council (GCC) di costituire le operazioni nel paese. La bozza inoltrata al Comitato Consultivo è già stata approvata all’ unanimità. La mossa segue una decisione presa dai vertici del GCC durante un summit precedente per permettere alle società commerciali regionali di avere filiali in tutto il Golfo, nel tentativo di accelerare la costituzione di un mercato comune del GCC. La bozza ha proposto alcune condizioni ad aziende del GCC che desiderano avere una presenza nel Qatar. Innanzitutto, dovrebbero essere registrate ed essere operative nel paese di propria origine per almeno 3 anni, e poi, dovrebbero essere al 100% di proprietà di cittadini del GCC. Ciò significa che aziende a responsabilità limitata con partecipazione straniera registrate in altri paesi del GCC non avrebbero il permesso di mettere piede in Qatar secondo la legge proposta. L’Arabia Saudita e l’Oman hanno già emanato leggi che permettono stabilimenti commerciali di altri paesi del GCC di svolgere attività nei loro territori.

Share

A proposito di Alessandro Pasut

Alessandro Pasut è un professionista dell’impresa, costruttore di competitività, tessitore di relazioni economiche fra l’Italia ed il Centro Europa, in una prospettiva di sviluppo globale.
Questa voce è stata pubblicata in qatar e taggata come , . Aggiungi ai segnalibri il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>