Romania: modifiche al Codice Fiscale

Nell’ambito delle modifiche al Codice Fiscale il tipo di servizi resi all’estero e soggetti all’aliquota del 16% è stato esteso e comprende adesso servizi di management, di consulenza, di marketing, servizi di assistenza tecnica, di ricerca e progettazione, servizi di pubblicità nonché servizi resi da avvocati, ingegneri, architetti, notai, contabili e revisori dei conti.

Sono stati introdotti chiarimenti in merito al certificato di residenza fiscale dei non residenti beneficiari di redditi percepiti da fonti romene. Di conseguenza questo documento è considerato autentico anche se rilasciato in formato elettronico o online dalla competente autorità nello Stato straniero.

Ulteriori precisazioni sono state introdotte in relazione alla base imponibile ed alla rispettiva IVA per le forniture di beni o di servizi operate tra parti associate che hanno un diritto limitato alla deduzione nonché alla base imponibile delle immobilizzazioni.

Il valore di mercato per le forniture di beni e di servizi operate tra parti associate è determinato in base agli stessi metodi che si usano per determinare il valore di mercato in relazione ai prezzi di trasferimento quando è possibile individuare una transazione comparabile.

Per avere da Alessandro Pasut una consulenza sull’economia internazionale, clicca qui.

Share

A proposito di Alessandro Pasut

Alessandro Pasut è un professionista dell’impresa, costruttore di competitività, tessitore di relazioni economiche fra l’Italia ed il Centro Europa, in una prospettiva di sviluppo globale.
Questa voce è stata pubblicata in romania e taggata come , . Aggiungi ai segnalibri il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>