Repubblica Ceca: modifica all’IVA nei trasferimenti di beni immobili

Alessandro PasutE’ stata approvata la modifica all’IVA dovuta nel trasferimento di beni immobili. A partire dal 1° gennaio 2014 il trasferimento di siti sui quali sono stati eretti strutture o sottoservizi sarà soggetto allo stesso regime IVA a cui è sottoposto il trasferimento di fabbricati.

Nell’ambito dell’imposta sull’acquisto di beni immobili, il Senato ha modificato la proposta del Governo affermando che l’imposta dovuta in relazione all’acquisto o al trasferimento di beni immobili dovrà essere sostenuta anche in futuro dal cedente. L’acquirente dovrà pagare l’imposta soltanto se le parti contraenti inseriscono una clausola in tal senso nel contratto. In altri casi, come ad esempio quello delle aste o dei conferimenti effettuati a favore delle società, l’acquirente dovrà sostenere l’imposta.

Il Senato ha anche approvato il concetto dell’obbligo esistente se l’IVA viene versata in un conto bancario diverso da quello pubblicato dalle autorità tributarie. L’obbligo esisterà soltanto per pagamenti superiori a 700.000 corone.

Per avere da Alessandro Pasut una consulenza sull’economia internazionale clicca qui.

Share

A proposito di Alessandro Pasut

Alessandro Pasut è un professionista dell’impresa, costruttore di competitività, tessitore di relazioni economiche fra l’Italia ed il Centro Europa, in una prospettiva di sviluppo globale.
Questa voce è stata pubblicata in Repubblica Ceca e taggata come , . Aggiungi ai segnalibri il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>