A Panama la prima metropolitana dell’America Centrale

E’ stata costruita in 41 mesi, ad un costo di 2,011 miliardi di dollari, la Linea 1 della Metropolitana di Panamá, la prima dell’America Centrale, e consegnata ufficialmente al governo panamense dal consorzio composto dalla spagnola Fcc e dalla brasiliana Odebrecht.
Lunga 13,7 chilometri, con 13 stazioni fra elevate e sotterranee, la linea sarà percorsa inizialmente da 19 treni con tre vagoni ciascuno – ma con capacità fino a cinque, ognuno con aria condizionata, video vigilanza, un servizio informazioni per gli utenti, aree specifiche per persone con disabilità o a mobilità ridotta -  in un tempo massimo di 23 minuti.
Il consorzio formato da Fcc e Odebrecht si era aggiudicato il progetto nell’ottobre 2010 con un’offerta di 1,446 miliardi di dollari, leggermente superiore a quella di 1,401 miliardi di dollari del suo competitor Metro Panamá composto dalle italiane Impregilo, Astaldi e Ghella. La differenza, scrive l’agenzia spagnola Efe, l’ha fatta la proposta tecnica di Fcc e Odebrecht che ha raccolto 578 punti dei 650 possibili, a fronte dei 358 degli italiani.
Secondo le cifre ufficiali, al progetto hanno lavorato in forma diretta circa 3000 persone di 21 nazionalità; altre 5000 persone ne hanno beneficiato in modo indiretto.

Per avere da Alessandro Pasut una consulenza sull’economia internazionale clicca qui.

Share

A proposito di Alessandro Pasut

Alessandro Pasut è un professionista dell’impresa, costruttore di competitività, tessitore di relazioni economiche fra l’Italia ed il Centro Europa, in una prospettiva di sviluppo globale.
Questa voce è stata pubblicata in Panama e taggata come , . Aggiungi ai segnalibri il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>