Ungheria

Alessandro PasutUngheria


Come ogni anno, dal 2012, si è tenuta il 28 novembre 2017, a Budapest la riunione della CEEC (Cooperation between China and Central and Eastern European Countries). I Paesi che ne fanno parte sono 16 più la Cina: Romania, Polonia, Slovenia, Bosnia, Lituania, Estonia, Croazia, Macedonia, Repubblica Ceca, Bulgaria, Montenegro, Slovacchia, Lettonia, Albania, Serbia, Ungheria.

Durante il meeting si espongono e commentano i risultati raggiunti e si presentano progetti futuri per rafforzare la collaborazione tra i Paesi nei settori tecnologici, commerciali ed infrastrutturali.

Per la Cina l’interesse è focalizzato nella ricerca di nuovi mercati europei ai quali vendere merci e servizi: la sola regione centro-orientale europea rappresenta per la Cina un bacino d’utenza di più di 120 milioni di abitanti. In queste zone, la Cina sta investendo 10 miliardi di dollari, permettendo quindi un notevole sviluppo economico, basato soprattutto sull’utilizzo delle risorse dei Paesi stessi.

Tra i vari progetti in fase di realizzazione da parte della Cina, il più importante pare essere la linea ferroviaria, di 350 km, ad alta velocità, tra Belgrado e Budapest, che servirà soprattutto per smistare le merci provenienti dall’Asia in arrivo al Porto del Pireo, porto che è di proprietà del gruppo cinese Cosco.
(Fonte: I.C.G.)

Richiedete una consulenza ad Alessandro Pasut e se siete interessati ad investire in Ungheria,

 cliccate qui!

Share
Questa voce è stata pubblicata in ungheria e taggata come . Aggiungi ai segnalibri il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>