Serbia

Alessandro PasutSerbia


Per il 2018 è previsto un aumento del Pil del 4%, all’interno di una situazione economica che vede l’inflazione al 2% e la produzione industriale che, rispetto al 2017, è in crescita del 3,8%: alla luce di questi dati la Serbia viene considerata un Paese con una economia stabile e in crescita.

Rilevante è la presenza sul territorio serbo di piccole e medie realtà industriali italiane, che sono diventate il più importante datore di lavoro del Paese e contribuiscono all’andamento positivo della sua economia. Una delle regioni che vede una forte presenza di industrie italiane è la Vojvodina, che conta 70 imprese italiane che danno lavoro a più di 10 mila persone. Da poco è stato inaugurato uno stabilimento del Gruppo GLM, che produce componentistica per il settore automobilistico.
Più del 10% dell’interscambio totale della Serbia verso l’estero è con l’Italia, che nel 2017 ha raggiunto i 3,8 miliardi di euro e per l’anno in corso è prevista una crescita fino ai 4 miliardi di euro. Si prospetta quindi un futuro di sempre maggior collaborazione, unendo la imprenditorialità italiana e la capacità manageriale e lavorativa della Serbia.
(Fonte: AdnKronos)

Richiedete una consulenza ad Alessandro Pasut e se siete interessati ad investire in Serbia,

 cliccate qui!

Share
Questa voce è stata pubblicata in serbia e taggata come . Aggiungi ai segnalibri il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>