Il settore bancario in Slovenia e Croazia

Settore bancario. La Nova Ljubljanska Banka d.d. (NLB), principale banca slovena partecipata a maggioranza dello Stato, ha ottenuto un prestito di 440 milioni di Euro concesso da undici banche straniere, tra cui il Gruppo Intesa Sanpaolo S.p.A. e UniCredit Bank Austria. Ogni banca ha partecipato al prestito con 40 milioni di Euro. Il prestito a lungo termine con durata triennale è stato assegnato senza garanzia dello Stato o altre garanzie. I fondi ottenuti saranno utilizzati per il rifinanziamento ed il finanziamento dell’attività del Gruppo NLB.

Imposte. Il Governo croato ha reso nota la sua proposta i nuovi scaglioni da applicare al reddito e le rispettive aliquote. Persone con un reddito di 3.600 kune (495 euro) saranno soggetti al 12% di imposta sul reddito al posto dell’attuale 15%. Il secondo scaglione, che va da 3.601 a 10.800 kune (1.486 euro) prevede un’aliquota del 25%, mentre ai redditi superiori a questo limite si applicherà un’aliquota del 40%. Gli scaglioni attuali sono 15%, 25%, 35% e 45%.

Settore bancario. L’utile lordo del Gruppo Privredna Banka Zagreb (Gruppo Intesa Sanpaolo) è aumentato nel primo trimestre dell’anno in corso del 5,1% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso, raggiungendo il livello di 39,5 milioni di euro, mentre l’utile netto è ammontato a 31,5 milioni di euro (+5,9%). Nello stesso periodo i ricavi sugli interessi hanno fatto registrare un calo del 15,5% (pari a 128 milioni di euro), mentre le uscite sugli interessi sono diminuite del 32,7%. Il risultato più positivo nel Gruppo PBZ e’ stato realizzato dalla Privredna banka Zagreb.

Share

A proposito di Alessandro Pasut

Alessandro Pasut è un professionista dell’impresa, costruttore di competitività, tessitore di relazioni economiche fra l’Italia ed il Centro Europa, in una prospettiva di sviluppo globale.
Questa voce è stata pubblicata in business e taggata come , , , . Aggiungi ai segnalibri il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>