Investire in Croazia

Retribuzioni. Secondo i dati diffusi dall’Ente Statistico Croato, in ottobre lo stipendio medio netto è stato pari a 5.531 kune (circa 768,19 euro), il che rappresenta un aumento dell’1,1% in termini nominali e dell’1,4% in termini reali rispetto allo scorso settembre. Nell’ottobre 2010 è stato registrato anche un aumento dello stipendio medio lordo, che è stato pari a 7650 kune (ca. 1062,5 euro), ossia 104 kune (ca. 14,44 euro) in più rispetto allo scorso settembre. A livello annuo lo stipendio medio lordo ha registrato un lieve aumento dello 0,1%.

Infrastrutture. La società Autostrade Croate (l’HAC-Hrvatske Autoceste) ha sottoscritto con la Banca Europea per la Ricostruzione e lo Sviluppo (BERS) un nuovo accordo di finanziamento per la continuazione dei lavori di costruzione dei lavori della rete autostradale croata. Il termine per i lavori della A1, tra gli svincoli di Ravca e Ploce, inizialmente preannunciato per il 2010, è ora previsto per la fine del 2012. La priorità sono i nuovi passaggi doganali con la Bosnia Erzegovina riguardanti il tratto di A10 previsto tra Ploce e Ljubuski. Per il collegamento della A1 con Ragusa, ancora non è stato deciso, se si sceglierà il passaggio sulla terraferma attraverso la bosniaca Neum o se si sfrutterà il progetto tutto croato del ponte sulla penisola di Pelagosa. La rete autostradale croata non è ancora completata e già si prospetta l’introduzione delle vignette autostradali sia nazionali che regionali, che sostituirebbero l’attuale sistema dei pedaggi. I bollini sarebbero suddivisi in tre categorie: bollino da 10 giorni, da 60 giorni e da 1 anno. I bollini di carattere regionale suddividono il territorio croato in cinque maxiregioni dei trasporti: Istroquarnerino, Croazia Centrale, Lika, Slavonia e Dalmazia.

Promozione investimenti. Per attirare nuovi investimenti dall’inizio del 2011 inizierà la realizzazione del progetto “L’occasione croata” che si articolerà nelle seguenti iniziative: “Investite in Croazia”, “La Croazia per voi” e “Provate la Croazia’. Questo nuovo progetto si sta creando nel Ministero dell’Economia, del Lavoro e dell’Imprenditoria, in coordinazione con la Camera di Commercio Croata, con il Ministero degli Affari Esteri, il Ministero del Turismo, il Ministero della Cultura e con gli esportatori croati. ‘’Investite in Croazia’ riguarda la presentazione della possibilità per gli investimenti stranieri in Croazia, ‘’La Croazia per voi’’ rappresenta la presentazione delle possibilità di esportazione e l’ultima attività con il nome ‘’Provate la Croazia’ si riferisce alla presentazione della offerta turistica e quella culturale.

Share

A proposito di Alessandro Pasut

Alessandro Pasut è un professionista dell’impresa, costruttore di competitività, tessitore di relazioni economiche fra l’Italia ed il Centro Europa, in una prospettiva di sviluppo globale.
Questa voce è stata pubblicata in business e taggata come , , , . Aggiungi ai segnalibri il permalink.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>